Nel Cantiere Taranto previste circa 300 unità in più per l’Arsenale

Tra le misure contenute nel cosiddetto ‘Cantiere Taranto’ sono previste anche nuove assunzioni per potenziare e rilanciare le competenze delle risorse umane impiegate all’interno dell’Arsenale del capoluogo ionico.

Dopo la norma contenuta nella Manovra dello scorso anno, la quale aveva contemplato, per il triennio 2019-2021, l’integrazione a livello nazionale di 294 unità di personale con profilo tecnico non dirigenziale, il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, ha oggi dichiarato in sede di audizione che è stato predisposto un ulteriore piano supplementare ad hoc per Taranto composto da più di 300 unità.

L’intento è ugualmente quello di assicurare la funzionalità e l’efficienza dell’area produttiva industriale, in particolare di quella di Taranto, riconosciuta da tutta la Forza Armata come punto nevralgico del sistema Paese in termini di sviluppo, difesa e sicurezza.

Anche questa integrazione di personale persegue gli obiettivi fissati dal ministero della Difesa con le linee programmatiche annunciate proprio oggi dal Ministro al cospetto dei commissari difesa di Camera e Senato, e a livello locale rappresenta una notizia che riuscirà a potenziare in maniera più incisiva il sistema sinergico di collaborazione con le amministrazioni locali e le realtà produttive del territorio. Infine queste nuove assunzioni daranno ulteriore respiro al polo arsenalistico del capoluogo ionico che merita di essere valorizzato partendo proprio dalle risorse umane.



Di Alessandra Ermellino M5S:

FONTE : Alessandra Ermellino M5S