Mobility Leaders Circle: la Community per la Mobilità Intelligente

Di Il Blog di Beppe Grillo:

Di seguito l’intervista ad Adriana Zambon, Direttore Editoriale del Mobility Leaders Circle.

Scopriamo insieme questo innovativo progetto.

Cos’è il Mobility Leaders Circle?

Il Mobility Leaders Circle è una nuova iniziativa editoriale lanciata da Omoove. Si tratta di una piattaforma collaborativa in cui i leader della mobilità potranno, alcuni hanno già iniziato, contribuire con le loro opinioni, articoli, riflessioni, idee, ricerche scientifiche, etc. su temi inerenti la Mobilità Intelligente.

È attivo da molto tempo?

No, direi un paio di mesi. Inizialmente avevamo pensato di inserire nel blog notizie riguardanti solo Omoove, ben presto ci siamo resi conto però, che sarebbe stato molto più interessante ed efficace condividere contenuti di qualità e coinvolgere opinion leaders e stakeholders di settore che raccontassero il proprio punto di vista.

Quali obiettivi vi siete posti?

Riuscire a rispondere ad alcuni interrogativi. Chi ripensa la mobilità con una vision nuova, non può che porsi alcune domande, a cui, oggi come in futuro, sarà necessario trovare una risposta: “Quali sono le possibili strategie per risolvere i problemi legati alla mobilità urbana? Chi dovrebbe essere impegnato per far sì che questo accada? In che modo le tecnologie agevoleranno una Mobilità veramente Intelligente?”. Siamo, ovviamente, aperti ad approfondire altre tematiche e curiosità che ci porranno i visitatori del Mobility Leaders Circle attraverso il form on line dedicato.

Quali valori vi sostengono?

Noi crediamo che il futuro sia nelle nostre mani, crediamo anche che l’unione faccia la forza e per questo confidiamo che il Mobility Leaders Circle si arricchisca velocemente. Inoltre stiamo cercando di allargare il perimetro del Mobility Leaders Circle organizzando dei brevi breakfast meeting in giro per l’Europa per contribuire alla diffusione della cultura della Mobilità Intelligente. Siete i benvenuti: www.mobilityleaderscircle.it



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo