M5S: “Rinvio delle norme sui teatri colpa nostra? Falso, un colpo di teatro dell’assessore allo Spettacolo”

Di sicilia5stelle:

“L’assessore allo Spettacolo non poteva che inventarsi un colpo di teatro, tra l’altro pessimo, per irrompere maldestramente nella scena politica siciliana. E lo fa con quello che è ormai un classico di questo esecutivo del nulla: scaricare sugli altri le incapacità e  l’improduttività della premiata ditta Musumeci, nella speranza, vana, di salvare la faccia con i siciliani”.

Lo affermano i deputati del M5S all’Ars, a commento delle dichiarazioni dell’assessore Messina, che ha attribuito alle opposizioni la colpa di non aver aiutato i teatri.

“Niente di più falso – dicono i deputati – è stato Miccichè a dichiarare di non voler discutere il collegato della V commissione, cosa desumibile chiaramente dai resoconti d’Aula. Il presidente dell’Ars era conscio delle enormi spaccature della maggioranza, che avrebbero fatto sicuramente naufragare gran parte della montagna di marchette contenute nel collegato e ha preferito rifugiarsi sotto l’ombrellone, in attesa di tempi migliori. Noi ci siamo opposti solo alla follia di un ennesimo collegato che raccogliesse le vari bandierine dei deputati, assieme a qualche buona norma per giustificare l’operazione”.

“Ci vuole coraggio – continuano i deputati – a fare delle affermazioni del genere, chiaramente in malafede, scaricando nervosamente la colpa sulle opposizioni, facendo finta di non conoscere il modo folle e barbaro di legiferare di governo e maggioranza”.

“Il M5S – concludono – era ed è sempre stato per gli interventi a favore dei teatri. Da anni ci battiamo per garantire la triennalità del contributo e già a gennaio avevamo lanciato l’allarme sui tagli operati dall’esecutivo, proponendo emendamenti risolutivi, puntualmente bocciati dal governo. Il lavoro del collegato della V commissione e i relativi emendamenti, poi andati in fumo per i capricci della maggioranza, nascevano dal lavoro continuo e costante anche del nostro gruppo, cominciato ben prima che l’assessore-attore arrivasse”




FONTE : sicilia5stelle