M5S, Ostia, arresti per mafia: Quadro allarmante, lavoriamo per portare alla luce le zone d’ombra

Comunicati Stampa

Roma 14 febbraio – “Non bastava Mafia Capitale e il cosiddetto “Mondo di mezzo”, i cui pregiudicati sono fuori dalle carceri perché su di loro non è applicabile la legge “Spazzacorrotti”. Evidentemente non era sufficiente: la mafia continua a mettere le mani sulla città! E l’ordinanza di stamattina ne è la conferma: è stato arrestato un avvocato e Salvatore Casamonica, già al 41 bis, per associazione a delinquere di stampo mafioso.
I Casamonica e gli Spada, la cui pax è stata siglata per mezzo dell’avvocato come garante e di Diabolik alias Fabrizio Piscitelli, freddato in agosto, secondo quanto ricostruito dall’ordinanza del Tribunale di Roma, si sono spartiti Ostia.
E quel che è più grave è che si sarebbero messi al riparo dalle intercettazioni, continuando il loro immenso traffico di droga, perché conoscevano i sistemi per aggirare le intercettazioni, grazie alla connivenza dell’avvocato ora in custodia cautelare.
Il quadro che ci consegna la Guardia di Finanza e la Direzione Distrettuale Antimafia di Roma che hanno condotto all’ordinanza su disposizione dei pm Ilaria Calò, Mario Palazzi e Giovanni Musarò, è impietoso ed allarmante.
Il radicamento della criminalità organizzata ad Ostia è profondo, e come tutte le mafie, agisce nell’ombra. Per questo ringraziamo il lavoro della Guardia di Finanza e della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma e continuiamo a lavorare per portare alla luce tutte le zone d’ombra che nell’attività politica, ma non solo, possono essere terreno di coltura della mafia”! È quanto afferma in una nota M5S Lazio, in merito all’operazione “Tom Hagen”.



Di M5S Lazio:

FONTE : M5S Lazio