Luigi si distingue sempre per imparzialità e analisi critica

di Anna Bilotti:

Non ho mai visto nessun rappresentante delle Istituzioni mostrarsi così disponibile verso i media come fa Luigi Di Maio. Ricordo ancora con quanta lena offriva spiegazioni a Filippo Roma de Le Iene quando fu montato un caso gigantesco perché un paio di furbetti non restituivano parte della loro identità parlamentare come dichiarato. Trasparenza totale per dimostrare che si trattava di una caso isolato immediatamente risolto dal MoVimento 5 Stelle.

Anche ieri dopo il rilascio dello “scoop” (un pagamento in nero effettuato dal padre 8 anni fa, quando Luigi non era nemmeno socio dell’azienda) la reazione di Luigi è stata esemplare: “Qualora la cose stiano come ha raccontato Salvatore Pizzo, allora ci troviamo di fronte ad un episodio grave. Effettuerò tutte le verifiche necessarie e consegnerò a Filippo Roma tutti i documenti relativi a questa vicenda”.

Non è direttamente coinvolto e offre disponibilità totale. Altri uomini delle istituzioni scappano di fronte alle telecamere di un programma di inchieste come Le Iene, non rispondono o magari fanno una telefonata ai piani alti bloccando la messa in onda di servizi scomodi. E il paradosso è che la stampa attacchi sempre Luigi definendolo illiberare verso i media. Il mondo dell’informazione non lo capirò mai!

Si distingue sempre per imparzialità e analisi critica, La Repubblica (che settimane fa denunciava tronfia un abuso edilizio del 1966 fatto dal nonno di Di Maio): mette sullo stesso piano le scomode vicende familiari di Renzi e Boschi con il caso del papà di Luigi. Vorrei ricordare a Repubblica che il duo del Giglio Tragico vede coinvolte le rispettive famiglie in vicende appena appena più delicate: sospetti illeciti per quanto riguarda l’appalto pubblico più grande d’Europa (quasi 3 miliardi di euro) per la famiglia Renzi e centinaia di migliaia di risparmiatori truffati (quelli che stiamo cercando di rimborsare con la manovra tanto discussa) per quanto riguarda papà Boschi.

Ad ogni modo, seppur minimo, un errore necessita sempre che venga fatta chiarezza, come ha dichiarato Luigi. La differenza tra certi personaggi bolliti e chi onesto lo è sul serio, sta tutta qui.

Anna. — with Luigi Di Maio.