Loro non si arrenderanno mai. Noi neppure.

di Pino Cabras

Conte: “questo governo ha lavorato e non era in spiaggia”. Ha ragione, perché lui è una persona seria, e il suo discorso semplice e autorevole segna una differenza nettissima.
Chi ha visto Conte stasera sa che il ganassa (su barrosu) sbaglia se pensa di avere i voti in cassaforte, sbaglia di grosso. Ma forse la sua priorità non era nemmeno passare alla cassa: c’erano provvedimenti in dirittura d’arrivo che davano fastidio ai suoi sponsor della vecchia e compromessa Lega Nord. Vecchia e compromessa al punto da mangiarsi ogni ipotesi di cambiamento rispetto all’eterna palude italiana.
Contemporaneamente al discorso di Conte, su barrosu in un comizio diceva “non ho paura”. Segno invece che ha paura, perché altrimenti avrebbe detto “ho coraggio”. Ma uno, se il coraggio non ce l’ha, non se lo può dare.
Loro non si arrenderanno mai. Noi neppure.