Lazio: M5S, da Lega e FdI polemica strumentale su Centri di Trattamento Maltrattanti

Comunicati Stampa

Smentiamo le affermazioni secondo cui la nostra risoluzione proponga alloggi temporanei per gli uomini violenti. Persa un’occasione di dialogo costruttivo

Roma, 6 febbraio – “Smentiamo categoricamente le affermazioni secondo cui esista una nostra proposta per assegnare una casa agli uomini che commettono violenza nei confronti del proprio partner per favorire questi ultimi. Nulla di più falso. La nostra risoluzione sull’istituzione dei Centri di Trattamento dei soggetti Maltrattanti (CTM) invece prevede, coerentemente con quanto disposto dalle norme nazionali del ‘Codice Rosso’, l’allontanamento con urgenza degli uomini dall’abitazione famigliare presso una sistemazione temporanea proprio per tutelare, con misure preventive, le donne vittime di violenze e gli eventuali figli minorenni, prima che sia troppo tardi ed avviare percorsi riabilitativi in un’ottica integrata all’interno di una più ampia Rete Regionale Antiviolenza”. Così in una nota stampa i consiglieri regionali M5S del Lazio.  “Spiace molto constatare come persino una proposta su una materia così delicata come la violenza sulle donne, e i relativi rischi sui figli coinvolti, diventi oggetto di becera e strumentale polemica politica invece che essere colta come un’opportunità di confronto e dialogo tra le varie forze politiche per un percorso di condivisione su cui, speravamo, potesse esserci una convergenza per trovare delle soluzioni concrete alla violenza sulle donne in un’ottica di prevenzione”.  “Ci stupisce infatti un tale accanimento da parte dei consiglieri regionali, Daniele Giannini della Lega e di Chiara Colosimo di Fratelli d’Italia, che in genere hanno così a cuore i temi della legalità. In particolare siamo sorpresi dalla collega Colosimo, visto che la nella Regione Marche è stata approvata una proposta simile a firma della capogruppo FdI del suo stesso partito, Elena Leonardi, che prevede, proprio come la nostra risoluzione, l’istituzione dei CTM. Ci spiace constatare che evidentemente per alcune forze politiche esiste una insolita ‘geografia’ di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Una scelta di cui dovranno rendere conto alle tante donne vittime di violenza”



Di M5S Lazio:

FONTE : M5S Lazio