LAVORO, RADDOPPIA QUELLO STABILE: L’INPS CERTIFICA I PRIMI EFFETTI DEL DECRETO DIGNITÀ

Di Tiziana Ciprini:

Malgrado le critiche espresse da più parti, grazie al #DecretoDignità i posti a tempo indeterminato sono aumentati: i numeri diffusi dall’Osservatorio dell’Inps sul precariato hanno certificato infatti che dallo scorso novembre, ovvero da quando è entrato in vigore il provvedimento, le trasformazioni di contratti a termine in rapporti a tempo indeterminato sono raddoppiate, passando dalle 21.910 di novembre 2017 a 43.859. Mentre iniziano a diminuire le assunzioni a termine, salgono anche i nuovi rapporti di lavoro stabili, passati da 86.305 a 88.504.

Ciononostante, quello del lavoro resta il più grande problema del nostro Paese, perché spezza le potenzialità e le aspettative di moltissimi giovani, umilia chi non riesce in nessun modo ad accedere a un’occupazione e getta nella disperazione chi ha raggiunto l’età diventata critica dei cinquant’anni.

Il nostro è un Paese che non sa fare squadra, fosse anche per conquistare diritti basici come il lavoro e la dignità da cittadini: così persino questi primi piccoli segnali di ripresa del lavoro stabile sono stati contestati da chi si lamenta perché le cose potevano andare meglio, senza un briciolo di autocritica per aver contribuito a frenare uno scenario migliore.

Mentre il Governo accelera sull’apertura dei cantieri, con 11 miliardi per il piano #ProteggItalia e la riduzione del costo del lavoro con il taglio dei costi Inail per le imprese da 500 milioni, i partiti d’opposizione, insieme ai mass media, strepitano per i pochi soldi a disposizione delle grandi opere: le stesse grida che abbiamo sentito contro il Governo quando chiedeva soldi a Bruxelles.

L’articolo LAVORO, RADDOPPIA QUELLO STABILE: L’INPS CERTIFICA I PRIMI EFFETTI DEL DECRETO DIGNITÀ sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



FONTE : Tiziana Ciprini

Potrebbe interessarti anche: