Lavori di ampliamento del palazzo di giustizia di Caltanissetta

Dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti:

In via di risoluzione la vicenda del riappalto dell’opera sospesa dall’ottobre 2016

13 maggio 2019 – Sono state effettuate le visite di collaudo statico e tecnico amministrativo che consentono di dare il via al nuovo appalto per i lavori di ampliamento del palazzo di giustizia di Caltanissetta. 

Si tratta di un’opera sospesa dall’ottobre del 2016 a causa delle vicende che hanno riguardato l’appaltatore, il Consorzio Stabile Virgilio, che in corso di esecuzione ha perso i requisiti necessari a portare avanti i lavori, rendendo necessaria la risoluzione contrattuale.

I lavori, finanziati dal Ministero della Giustizia a favore del Comune di Caltanissetta, proprietario dell’immobile, per 8.259.390 euro con mutuo della cassa Depositi e Prestiti, sono stati avviati nel dicembre 2010 con una convenzione tra il Comune di Caltanissetta, che assunto la veste di progettista e direzione dei lavori, il Ministero della Giustizia e il Provveditorato Interregionale per le Opere pubbliche di Sicilia e Calabria, che in qualità di responsabile del procedimento e stazione appaltante ha espletato la gara.

I ritardi nella realizzazione dell’opera sono stati, negli anni, molteplici. Originariamente i lavori erano stati affidati alla CO.RO.IM, che li ha ceduti, mediante affitto del ramo d’azienda, al Consorzio Stabile Virgilio: i lavori consegnati nel marzo del 2013 e che si sarebbero dovuti concludere nel novembre del 2015, hanno registrato quindi un primo rallentamento per la verifica dei requisiti e la stipula di un atto aggiuntivo.

Il cantiere fu poi prima sospeso parzialmente e poi bloccato nel novembre 2016 per la necessità di redigere una perizia di variante dovuta a richieste di modifiche funzionali da parte dell’Amministrazione Giudiziaria.

Da allora il cantiere è fermo: nel 2017 l’impresa esecutrice ha comunicato di non potere riprendere i lavori perchè non più in possesso della necessaria attestazione SOA.

Il Provveditorato, unteressato dalla magistratura, dopo aver atteso dal Consorzio Stabile Virgilio una attestazione SOA mai arrivata ha deciso, ad agosto 2018,  la risoluzione del contratto di appalto. 

Il 2 aprile di quest’anno si è tenuta una riunione tra rappresentanti del Comune, del Provveditorato, dell’Amministrazione Giudiziaria alla presenza del sig. Prefetto di Caltanissetta e si è concordato che il Provveditorato assumerà anche le funzioni di progettista, vista l’indisponibilità del Comune, per cui si è dato avvio alla progettazione delle opere di completamento.

Il 9 aprile il Responsabile del Procedimento ha convocato per il giorno 23/04/2019 il Rappresentante Legale del Consorzio Virgilio per procedere alla sottoscrizione dello stato di consistenza e del verbale di presa inpossesso dell’area di cantiere e  poiché l’Impresa non si è presentata, si è proceduto alla presa in possesso dell’area di cantiere ed alla sottoscrizione dello stato di consistenza alla presenza di due agenti della Polizia Municipale, in qualità di testimoni.

Acquisita la disponibilità dell’area di cantiere si sono effettuate le necessarie misurazioni necessarie alla progettazione che sarà ultimata entro il mese di luglio 2019 , data entro cui verranno acquisite le risultanze del collaudo e il necessario parere del Comitato Tecnico Amministrativo del Provveditorato.



FONTE : Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti