La SVP propone l’aumento dei vitalizi. Il MoVimento 5 Stelle, dice NO e contrasterà queste richieste feudali in ogni sede.

Di Trentino 5 Stelle:

La SVP propone l’aumento dei vitalizi. Il MoVimento 5 Stelle, dice NO e contrasterà queste richieste feudali in ogni sede.

La SVP propone l’aumento dei vitalizi. Il MoVimento 5 Stelle, dice NO e contrasterà queste richieste feudali in ogni sede.


Oggi in commissione è arrivata una incredibile e irricevibile proposta dellaSVP: invece di far scattare il taglio dei vitalizi ai politici da troppo tempo promesso e non ancora implementato, ora questi signori arrivano addirittura a chiedere di aumentarli complicando il disegno di legge presentato dall’ufficio di presidenza e l’applicazione dei principi stabiliti dall’intesa Stato-Regioni con qualcosa come 11 emendamenti.
Dopo il rinvio della seduta della commissione competente il 19 settembre scorso faccio un’enorme fatica a capacitarmi di come si possa avere il coraggio di proporre una cosa simile il giorno prima della seduta di commissione che avrebbe dovuto trattarla. Evidentemente gli esponenti della SVP si sentono autorizzati a fare qualsiasi cosa, quasi fossero antichi signori feudali cui è concesso camminare sopra ai sudditi nella più completa impunità.
Come ho già fatto in commissione, a nome del M5S Regionale esprimo netta contrarietà per le modalità con cui sono state presentate queste richieste. Sosterremo qualsiasi iniziativa politica e sociale volta a contrastare ogni eventuale cedimento ad una visione vecchia non di anni ma di secoli. La verità è che fino ad oggi sul tema vitalizi la maggioranza regionale ha fatto melina, evitando accuratamente di fornire le formule di calcolo e i dati richiesti su versamenti, anticipi e quant’altro, rendendo così impossibile effettuare valutazioni oggettive sul tema e quindi prendere le decisioni conseguenti e il perché di queste mancanze s’è visto bene oggi.
Incurante della sofferenza di un popolo le cui pensioni già abbondantemente pagate si tagliano ogni anno mentre si allungano i tempi richiesti per ottenerle, il ceto politico che governa il Trentino Alto Adige non vede l’ora di restaurare i propri privilegi castali. Sono convintidi farla franca ma hanno sbagliato i conti e forse non comprendono appieno che con queste uscite non fanno altro che danneggiare quello che invece dovrebbero difendere, cioè il valore dell’Autonomia, vilipesa e umiliata da richieste come quella di oggi. Speriamo rinsaviscano prima diventare gli zimbelli d’Italia

MoVimento 5 Stelle Trentino



FONTE : Trentino 5 Stelle