La catastrofe di carta

Di Il Blog delle Stelle:

Recessione, il governo cade cade, FMI rivede le stime allo 0,2%, Confindustria boccia il Reddito di Cittadinanza, Quota 100 costa troppo, l’Inps attacca, la CGIL protesta il 9 febbraio, l’Europa bacchetta, il Tav è la frattura definitiva, il MoVimento è morto se salva Salvini, il Governo è morto se il MoVimento non salva Salvini. Cade cade! La Lega al 40% il MoVimento 5 Stelle al 25%, dopo le europee cade, lo spread lo spread, i mercati li fermeranno, fratture interne, MoVimento lacerato, psicodramma, cacciato un senatore, il MoVimento muore, muore, cazzo, muore, deve morire!!!!! Perché non muore????

Forza forza che è il momento, mandate la contraerea in onda, Cacciari che sbava, Fazio che piange, Saviano che si gratta la testa, forza!!!! Carofiglio indignato, i due attori che si dicono traditi, Gino Strada che dà del coglione a Di Maio, qualche lobbista che attacchi Toninelli, qualcuno a processo che attacchi Bonafede, dai che cade, cade!!!! Perché non cade???

Se salvano l’Ilva sono morti, se chiudono l’Ilva sono morti, il Tap non lo volevano fare, Di Battista mente!!!!! Date addosso a Di Battista perché non vuole un ruolo nelle istituzioni. La Raggi cazzo, ci stavamo dimenticando la Raggi. Roma brucia, puzza, buche, è sporca. Se fa lo stadio è morta, se non fa lo stadio è morta. Se fa le olimpiadi è morta, se non fa le olimpiadi è morta!!! Dai che cade!!!! Ora la condannano, ora la condannano!! Dai dai dai! Patata bollente! Cade cade!
Gelo coi vertici, Confindustria gela i 5 stelle, gelo di Conte, l’Istat gela Di Maio, gela, gela!!! Cadeeee!
Perché non cade????

Bufera! Tempesta! Dramma! Crollo! Disperazione! Il MoVimento è morto! Muore muore.
Perché non muore? Non muore. Purtroppo non muore.

Il MoVimento 5 Stelle dal 2009 ad oggi è stato dato per morto almeno 200 volte. Il MoVimento cade e si rialza, inciampa e cresce, si adatta alle circostanze, subisce e poi reagisce, schiva e risponde, resiste e avanza, sbaglia e corregge, soffre e trova la cura. Non muore.

Nel frattempo i dati auditel fanno crollare i talk e i giornali non vendono più. Sembra un mondo intero contro di noi ma è solo una catastrofe di carta. Descrivono le tenebre ma è una semplice notte. Raccontano l’abisso ma hanno solo paura.

Andiamo avanti col nostro passo. La maratona è molto più lunga di quanto pensano le lepri. Senza strappi o allunghi, guardiamo avanti e continuiamo a correre, un passo dopo l’altro, un respiro dopo l’altro.

Cade,cade.
Non cade.

Muore, muore.
Non muore.

L’articolo La catastrofe di carta proviene da Il Blog delle Stelle.



FONTE : Il Blog delle Stelle