Jindal convocato a Roma il 18 febbraio. Si parlerà di Piombino

Jindal, Il gruppo indiano legato al mondo siderurgico, sarà convocato al MISE il 18 febbraio per affrontare anche la questione delle acciaierie di Piombino. Ad annunciarlo sono Irene Galletti, candidata presidente del MoVimento 5 Stelle in Toscana e Giacomo Giannarelli, Presidente del Gruppo regionale.

“Si tratta di un importante incontro per risolvere l’annosa vicenda del polo siderurgico di Piombino – affermano i due esponenti pentastellati – Ci sono 900 operai a casa in cassa integrazione da anni ed altri 800 operativi, ma al lavoro per non più di dieci o dodici giorni al mese. Anche un altro migliaio di lavoratori e lavoratrici dell’indotto si è dovuto reinventare fra mille difficoltà un altro mestiere. Il Governo è impegnato da tempo nel far rispettare a Jindal gli impegni sottoscritti, e non mantenuti, dalla multinazionale indiana dell’acciaio. Piombino è il secondo polo siderurgico nazionale, i lavoratori e tutta la comunità hanno finalmente bisogno di una prospettiva per il futuro.”



Di Movimento 5 Stelle Toscana:

FONTE : Movimento 5 Stelle Toscana