Introduzione del Blockchain per la tracciabilità dei prodotti agroalimentari pugliesi. Casili (M5S): “Tuteliamo il made in Puglia ”

Per garantire la tracciabilità completa dei prodotti agroalimentari pugliesi è importante introdurre l’utilizzo della tecnologia Blockchain. Si tratta di una strumento innovativo per tutelare la qualità delle nostre produzioni agroalimentari che porterà ricadute positive su tutto il comparto”. Così il consigliere del M5S Cristian Casili, che nella prossima sessione di bilancio presenterà un emendamento per specificare le modalità di sviluppo della piattaforma informatica multifunzionale basata sulla tecnologia ‘Blockchain’, chiedendo lo stanziamento di specifiche risorse per la sua implementazione.

L’impatto di questa tecnologia sull’economia agroalimentare pugliese – dichiara Casili – sarà sicuramente rilevante, con effetti sia nel breve che nel lungo periodo. La proposta vuole favorire l’accesso alle informazioni su origine, natura, composizione e qualità del prodotto con l’obiettivo di valorizzare e tutelare le produzioni locali. Attraverso la creazione di una piattaforma informatica basata su questa tecnologia, sarà possibile realizzare un registro pubblico aperto, condiviso, trasparente, sicuro ed immutabile, in grado di garantire la sicurezza, la tracciabilità e il controllo dei prodotti alimentari e di accrescere la fiducia dei consumatori finali. In questo modo, non solo i consumatori avranno libero e completo accesso alle informazioni relative agli alimenti che comprano e mangiano, ma sarà anche possibile tutelare loro salute, perché sarà più facile distinguere i prodotti originali da quelli contraffatti e di provenienza incerta.

La Blockchain è un registro elettronico pubblico e aperto che contiene informazioni condivise che possono essere accessibili a tutti. Tutte le informazioni contenute sono validate dalla rete stessa e aggiornate e consultabili da chiunque abbia interesse. I presupposti di base sono infatti la consensualità, la trasparenza, la sicurezza e l’immutabilità delle informazioni contenute. I soggetti che operano nella filiera potranno decidere liberamente di partecipare alla piattaforma sviluppata dalla Regione, attraverso l’acquisizione della dotazione tecnica necessaria a far parte del sistema, mentre i consumatori finali, attraverso un’etichetta intelligente che utilizza tecnologie come il QR Code, potranno verificare e conoscere tutte le informazioni sul prodotto dalla nascita al confezionamento, dal trasporto alla vendita.

Così facendo continua Casili potremo finalmente mettere al sicuro le produzioni locali dai rischi rappresentati dai prodotti di importazione che spesso non garantiscono la qualità della filiera. Avremo la possibilità di ricostruire e seguire il percorso di un alimento attraverso tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione a cominciare dai prodotti dell’eccellenza pugliese e dalle filiere DOP, DOC e IGP. Garantendo la trasparenza dei prodotti alimentari e dando alle imprese alimentari la possibilità d’innovare in maniera virtuosa la catena produttiva sarà possibile tutelare il made in Puglia e far crescere la nostra economia”.



Di MOVIMENTO 5 STELLE Puglia:

FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia