Interrogazione a risposta orale sull’attuazione del Piano di bacino idrografico dell’Appennino Centrale

Di Salvatore Micillo:

Attuazione Programma stralcio di interventi di manutenzione in attuazione del Piano di bacino idrografico dell’Appennino Centrale – Interrogazione a risposta orale n. 3-00277 dell’On. Pezzopane.

L’area metropolitana di Roma è stata riconosciuta dalla pianificazione di bacino e di distretto come una delle aree a più elevato rischio idrogeologico, soprattutto per l’elevatissimo grado di antropizzazione del territorio. Per questo l’Autorità di Distretto ha ritenuto opportuno concentrare in tale area le risorse del primo programma stralcio per la manutenzione del reticolo idrografico. Decisione dettata dalla necessità di una immediata programmazione degli interventi che fosse quanto più possibile concentrata su un territorio circoscritto, proprio per rendere gli stessi più efficaci, demandando a successivi stralci la programmazione degli interventi nel restante territorio del Distretto idrografico.

A ciò si aggiunga che il Ministero dell’ambiente è attualmente impegnato nella più generale iniziativa del Governo volta a predisporre un “Piano nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico”, strutturato in misure di emergenza, di prevenzione, di manutenzione e ripristino, di semplificazione e di rafforzamento della Governance. Il Piano sarà inoltre articolato in una pluralità di Programmi Obiettivo facenti capo a ciascuna delle Amministrazioni competenti, che dovranno trovare sintesi nel livello più alto di coordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri.



FONTE : Salvatore Micillo