Incontro sulla Libia a Bruxelles, dichiarazione congiunta Italia, Francia e Germania

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il Presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron, e la Cancelliera Federale tedesca, Angela Merkel, si sono riuniti oggi a Bruxelles a margine del Consiglio Europeo per una discussione sulla situazione in Libia. Qui di seguito e in allegato la dichiarazione congiunta.

*****

PUBLIC STATEMENT 

The Heads of State and Government of France, Germany and Italy met today in Brussels in the margins of the European Council to discuss the situation in Libya.

The Leaders call on all Libyan and international parties to refrain from taking military action, genuinely commit to a comprehensive and lasting cessation of hostilities and re-engage into a credible UN-led negotiation.

They reaffirmed their full support for the United Nations and the action of the Special Representative of the United Nations Secretary-General, Ghassan Salamé, as a lasting peace and stability in Libya would only come through a political solution.

The Leaders also reiterated their determination to work for the success of the Berlin Conference, which needs to take place with no further delay, and welcomed the efforts of their respective Foreign Ministers to this end.

They expressed the expectation that the regional organizations, like the African Union and the League of Arab States, would play an important role in the concrete implementation of the outcomes and the follow up of the Berlin Conference.

They reiterated their firm commitment to the unity, territorial integrity, independence and sovereignty of Libya and the objective of a stable, secure, democratic and prosperous Libya in the interests of the Libyan people and of the entire Euro-Mediterranean region.

Brussels, 13th December 2019

*****

Dichiarazione congiunta

I Capi di Stato e di Governo di Francia, Germania e Italia si sono riuniti oggi a Bruxelles a margine del Consiglio Europeo per una discussione sulla situazione in Libia.

I Leader esortano tutte le parti libiche e internazionali ad astenersi dall’intraprendere azioni militari, ad impegnarsi genuinamente per una cessazione complessiva e duratura delle ostilità e a riprendere con impegno un credibile negoziato sotto l’egida delle Nazioni Unite.

Essi hanno ribadito il loro pieno sostegno alle Nazioni Unite ed all’azione del Rappresentante Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ghassan Salamé, poiché pace e stabilità durevoli in Libia sono perseguibili solo attraverso una soluzione politica.
 
I Leader hanno quindi riaffermato la loro determinazione a lavorare per il successo della Conferenza di Berlino, che si dovrà tenere senza ulteriore ritardo, ed hanno manifestato apprezzamento per gli sforzi dei rispettivi Ministri degli Esteri a tal fine.
 
Essi hanno espresso l’aspettativa che le organizzazioni regionali, come l’Unione Africana e la Lega Araba, giochino un ruolo importante nella concreta attuazione degli esiti e dei seguiti della Conferenza di Berlino.
 
Essi hanno reiterato il loro fermo attaccamento all’unità, integrità territoriale, indipendenza, sovranità della Libia e all’obiettivo di una Libia stabile, sicura, democratica e prospera nell’interesse del popolo libico e dell’intera regione euro-mediterranea.
   
Bruxelles, 13 dicembre 2019
 



Dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri:

FONTE : Feed