Il salario minimo del Pd: solito poltronificio e zero euro per i lavoratori

Di Il Blog delle Stelle:

Dopo la legge vergogna ritirata grazie alle nostre pressioni sull’aumento degli stipendi dei parlamentari, Zingaretti annuncia la proposta PD di istituire il salario minimo orario. Sono stati 5 anni al Governo e se ne ricordano solo adesso, come sempre fuori tempo massimo. Ma andiamo a vedere cosa c’è scritto in questa legge.

Spulciando tra i vari punti, non c’è traccia di salario minimo orario. Non c’è nessun importo, né 9 euro, né 10 euro, ma solo un rimando alla contrattazione collettiva, così come è oggi. Una farsa assoluta! Inoltre, la legge istituirebbe l’ennesimo assurdo poltronificio: una commissione da 20 persone pagata dai cittadini presso il Cnel e presieduta dal presidente del Cnel! Avete capito bene, proprio quel Cnel che volevano abolire e che non hai mai fatto nulla dovrebbe aiutare i lavoratori ad aumentare i propri salari. Questa è solo fuffa!

C’è del ridicolo anche nelle sanzioni per i datori di lavoro che non si atterranno a quanto prescritto dai decreti ministeriali: si prevede addirittura la cifra astronomica di 1000 euro di multa per gli imprenditori! Vi rendete conto dell’assurdità di questa norma? Altro che salario minimo, questa legge non dà un euro ai lavoratori ed istituisce l’ennesimo poltronificio a cielo aperto!

I 3 milioni di lavoratori presi in giro dai PD in questi anni avranno una legge sul salario minimo legale entro agosto e sarà a firma MoVimento 5 Stelle. Per noi è sempre stata una priorità e come abbiamo fatto Reddito di Cittadinanza, Pensione di Cittadinanza, Decreto Dignità e Quota 100 faremo anche il Salario minimo legale per tutti quei lavoratori che si spaccano la schiena dalla mattina alla sera e sono costretti ad accontentarsi di paghe indecenti per sfamare la propria famiglia o mantenersi agli studi. Ora è il momento di continuare per cambiare.

L’articolo Il salario minimo del Pd: solito poltronificio e zero euro per i lavoratori proviene da Il Blog delle Stelle.



FONTE : Il Blog delle Stelle