Il decreto Resto al Sud: 1,25 miliardi di incentivi a favore di imprenditori e liberi professionisti fino a 45 anni.

Il ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro Luigi Di Maio ha firmato il 06 Agosto il via libera a “Resto al Sud” anche per under 46 e professionisti di età compresa tra i 18 e 45 anni. .

Il decreto «Resto al Sud» ha l’obiettivo di incentivare maggiormente le attività imprenditoriali nelle regioni di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, rivolgendosi sia ai giovani imprenditori sia ai liberi professionisti di età compresa tra i 18 e 45 anni.

Si tratta di 1,25 miliardi di incentivi a favore di imprenditori e liberi professionisti fino a 45 anni.

In questo modo la misura, che è stata promossa e sostenuta dal Ministro per il Sud Barbara Lezzi, coinvolgerà una platea più ampia di persone che potranno accedere agli incentivi da oltre un miliardo di euro, garantendo una possibilità concreta di sviluppo nelle regioni del Mezzogiorno.

“Una indiscutibile vittoria per il Sud, con tantissime luci e senza ombre, un’operazione che aprirà nuove opportunità occupazionali nel Meridione”.

Lo affermano i deputati del Movimento 5 Stelle al’Ars, a commento della firma da parte del vicepremier Di Maio del decreto ‘Resto al Sud’.

“La nostra ministra Barbara Lezzi – dicono i deputati – ci ha lavorato tantissimo, il risultato finalmente è arrivato e tra poco, dopo il passaggio della Corte dei Conti, sarà operativo. E’ una notizia che tantissimi giovani aspettavano e che siamo felici di poter finalmente dare. Col decreto si amplia la platea dei beneficiari degli incentivi all’imprenditorialità giovanile con finanziamenti a fondo perduto, estendendola agli under 46 e coinvolgendo i liberi professionisti”.

“Ancora una volta – concludono i deputati – parlano i fatti. E’ pure di queste ore, infatti, la ratifica della nomina del commissario per le zone terremotate del Catanese, che dimostra la particolare attenzione di questo esecutivo per il Sud”.