I dubbi amletici dei vari Cappellani e Fioramonti? Voglio essere ottimista

Andrò controcorrente.

Non serve ricordare che i Cappellani, i Fioramonti e via dicendo siano finiti in parlamento (nazionale) con le liste rigorosamente bloccate, quindi senza alcun voto di preferenza ma con il solo voto al simbolo del MoVimento 5 Stelle.
Così come non serve ricordare che per entrare in quelle famose liste bloccate tutti costoro hanno lodato e giurato fedeltà eterna ai giusti principi del m5s stesso. Impegnandosi a portarli avanti con entusiasmo e rigore, dal restituire parte della loro indennità a dimettersi se non si ha più voglia di lottare o non si crede più nel progetto.
Non ci sono motivi per pensare che ci sia una correlazione tra i primi accrediti sul conto corrente della indennità piena e l’avanzare di profondi dubbi amletici sulla vita, sulla politica e sulla natura delle cose.
Non c’è ragione di credere che per questo assistiamo al manifestarsi delle prime amnesie. Dall’improvviso smarrimento delle password al non ricordarsi più come si fa un bonifico fino a dimenticare totalmente come si è finiti in parlamento.
Infine perché credere che costoro, mossi da genuini principi e decennale impegno, possano tradire in modo così meschino il mandato popolare e passare al gruppo misto o creare un gruppo nuovo mai votato dai cittadini italiani.

Perchè pensar male?

Io sono convinto che i Santi Cappellani, così come i Lorenzo Fioramonti e gli altri colpiti da amnesie e dubbi amletici, restituiranno tutta la parte eccedente di stipendio e si dimetteranno lasciando il posto ad un altro che come loro non ha preso un voto, ma che almeno abbia voglia di portare avanti delle battaglie sotto il simbolo del Movimento che gli permette di stare in parlamento.
Così come credo che costoro, fuori dal parlamento e senza denari pubblici, faranno un loro movimento politico e torneranno nelle istituzioni con vagonate di voti di preferenza ed una emozionante spinta popolare, dimostrando di avere un grande consenso reale e non di essersi approfittati di un simbolo e del lavoro di migliaia di attivisti per farsi gli affari propri. Anche perché, viceversa, il loro nome sarebbe accompagnato da quello sgradevole sapor di scilipotismo.

Voi che dite, c’è motivo di essere ottimisti o no?

La realtà è che il Movimento va oltre queste cose qui. Anche nella passata legislatura abbiamo assistito a situazioni del genere, che si sono presentate in numero e proporzione maggiore, e già allora ci davano per implosi, per finiti. Poi sapete come sono andate le cose.
Si continua a lottare, rimettiamoci sul binario giusto e torniamo a fare il Movimento!

Per aspera ad Astra

Andrò controcorrente. Non serve ricordare che i Cappellani, i Fioramonti e via dicendo siano finiti in parlamento…

Pubblicato da Ignazio Corrao su Martedì 7 gennaio 2020

 

 

L’articolo I dubbi amletici dei vari Cappellani e Fioramonti? Voglio essere ottimista sembra essere il primo su Ignazio Corrao.



Di Ignazio Corrao:

FONTE : Ignazio Corrao