Guerra dei rifiuti 20 arresti a Milano: “Servono controlli e politiche rifiuti zero”

Di Massimo De Rosa:

Oltre un milione di euro in pochi mesi. Erano i proventi del traffico illecito di rifiuti, che avveniva fra Campania, Lombardia e Veneto. Un traffico scoperto e smantellato dai carabinieri del Noe di Milano. Venti arresti che fanno seguito ai quindici dello scorso febbraio. In quel caso la misura cautelare arrivava in seguito alle indagini condotte in merito allincendio di via Chiasserini dello scorso ottobre, i cui fumi avevano per giorni soffocato l’intera città di Milano.

Purtroppo non è una sorpresa né una novità. Finché in Italia smaltire rifiuti illegalmente sarà più conveniente rispetto ad un corretto trattamento di riciclo e riutilizzo, finiremo sempre per penalizzare i virtuosi e incentivare i criminali. E lo dico da membro della commissione d’inchiesta sulla gestione dei rifiuti in Lombardia.

Per vincere la guerra dei rifiuti dobbiamo percorrere due vie.

La prima riguarda il potenziamento dei controlli, la seconda concerne invece l’incentivo e lo sviluppo di politiche di trattamento dei rifiuti capaci di incentivare la creazione di una filiera di riciclo e riuso. Fino a ieri abbiamo mandato i nostri rifiuti in Cina, senza curarci minimamente di lavorare per la costruzione di una filiera interna, motivo per il quale ora ci troviamo in questa situazione. Perseverare nell’errore avrebbe conseguenze drammatiche per il nostro futuro.

L’articolo Guerra dei rifiuti 20 arresti a Milano: “Servono controlli e politiche rifiuti zero” proviene da Massimo De Rosa.



FONTE : Massimo De Rosa