Grazie al M5S più risorse per l’edilizia scolastica

Ieri è stato approvato in commissione Finanze di Montecitorio un emendamento al decreto fiscale per riformare l’8 per mille, a prima firma della mia collega e Presidente Carla Ruocco.

Cosa cambia? I cittadini che sceglieranno di destinare l’8 per mille genericamente allo Stato potranno finalmente scegliere a quali interventi specifici destinare la propria quota, tra cui l’edilizia scolastica. Una scelta che sarà vincolante per lo Stato.

Ricordo che questa proposta parte da lontano. Nella scorsa legislatura ho presentato, infatti, una proposta di legge per destinare l’8 per mille proprio all’edilizia scolastica. Era il novembre 2013 e quella proposta diventò subito un emendamento alla legge di stabilità del 2014, approvato con largo consenso. Nei fatti poi non è mai stata veramente applicata come volevamo. Mentre ora sarà vincolante.

Negli ultimi anni solo 21 milioni di euro dall’8 per mille sono andati alle scuole e meno della metà dei contribuenti ha scelto espressamente la destinazione. Finalmente i cittadini avranno tanti buoni motivi per versare l’8 per mille allo Stato 🙂



Di Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali:

FONTE : Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali