Garavaglia (Lega) mente e attacca i più deboli. Il Reddito di Cittadinanza non si tocca!

Di Il Blog delle Stelle:

Il Reddito di Cittadinanza è una misura che difendiamo con tutte le nostre forze. Una misura che ha ridato dignità alle persone e che assicura la tenuta sociale del Paese. 905.000 famiglie oggi possono guardare al futuro con la prospettiva di uscire da una condizione di difficoltà. (Clicca QUI per consultare la mappa delle 905.000 domande di sostegno)

Oggi il “forse ex sottosegretario a corrente alternata” Garavaglia (non abbiamo ancora capito se la Lega ha ritirato i suoi ministri o meno) dice che il 70% di queste famiglie non ha diritto al reddito.

È LA PIÙ GRANDE CRETINATA MAI SENTITA!

Sono persone che hanno pienamente diritto, i controlli sono stati rigorosi e l’Inps controlla continuamente la platea.

ALLE CHIACCHIERE SUPERFICIALI RISPONDIAMO CON I DATI:

– 1,4 milioni le domande presentate

– 905 mila accettate ad oggi

– 32 mila decadute (isee variato, variazione nucleo familiare)

– 1025 le rinunce

– 185 i lavoratori in nero percettori del reddito scoperti all’Ispettorato Nazionale del Lavoro. 

A Garavaglia diciamo basta sparare cretinate. Lo ricordiamo poco tempo fa dire nessun problema di coperture per la Flat Tax. MAI VISTE!

Se è a conoscenza di percettori del Reddito di Cittadinanza che non ne hanno diritto andasse alla Guardia di Finanza a denunciare.


DI SEGUITO LA COMMOVENTE TESTIMONIANZA (DI QUALCHE MESE FA) DI UNA DELLE TANTE PERSONE A CUI IL REDDITO DI CITTADINANZA HA RESTITUITO UNA SPERANZA:

LA TESTIMONIANZA COMMOVENTE

In questi giorni siamo travolti da messaggi e testimonianze di persone la cui vita sta cambiando.Succede anche durante questa trasmissione, dove arriva un’improvvisa chiamata in diretta di una signora che ha ricevuto il Reddito di Cittadinanza.La sua testimonianza commuove tutti. Ascoltate 👇

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle su Venerdì 3 maggio 2019

L’articolo Garavaglia (Lega) mente e attacca i più deboli. Il Reddito di Cittadinanza non si tocca! proviene da Il Blog delle Stelle.



FONTE : Il Blog delle Stelle