FEINDEF: Ecco le aziende italiane alla fiera della Difesa Spagnola

Di Angelo Tofalo | Movimento 5 Stelle:

Ieri il Ministro Margarita Robles ha dato il via alla prima fiera della Difesa Spagnola sottolineando l’impulso economico ed occupazionale che questa iniziativa può dare alle industrie nazionali ed europee. Erano presenti alcune tra le più grandi aziende del vecchio continente e delle unioni temporanee di imprese che rispondono alla tendenza crescente di cooperazione su settori ad alto impatto tecnologico. Grazie ai fondi comunitari dedicati si stanno stimolando i singoli paesi a condividere sia i percorsi di ricerca che la realizzazione di singoli programmi che sarebbero troppo onerosi da gestire autonomamente.

Le piccole e medie aziende italiane erano solo due in quanto i costi di sono particolarmente onerosi e per partecipare a questo tipo di attività promozionali è necessario offrire prodotti che, sia per qualità che per livello tecnologico, abbiano la reale possibilità di trovare spazio nei mercati.

L’Ing. Soliani, Amministratore Delegato dell’omonima azienda, ci ha mostrato i suoi prodotti di schermatura elettromagnetica parlandoci delle tante progettualità che ha attivato nel settore automobilistico, navale e cibernetico. Grazie ad una visione internazionale e ad un rapporto costante con l’Università è riuscito a lavorare con i suoi prodotti in un settore altamente competitivo; in diverse occasioni ha avuto la capacità di soffiare commesse a colossi con ben altre capacità economiche e politiche. Da ingegnere ho apprezzato molto l’amore che Soliani, non più ragazzino, mette ogni giorno nel proporre soluzioni innovative a committenti normalmente non molto propensi ad aprirsi alle novità. Sapere che 25 persone nel comasco offrono servizi di schermatura in tutto il mondo è un orgoglio per la nazione.

Il dott. Claudio Tognoni è il manager dell’area latino americana della SITTI. Si occupano di sistemi di comunicazione dedicati al traffico aereo e, negli anni, hanno cristallizzato la loro influenza a livello globale grazie al lavoro di 110 dipendenti che consentono 24 milioni di euro di fatturato, di cui circa il 70% all’estero. Anche in questo momento di crisi sono in crescita grazie ad un settore, quello dei trasporti aerei, che aumenta lentamente ma in maniera costante. Grazie a questa azienda esportiamo in tutto il mondo il nostro know-how nello sviluppo di soluzioni harware e software complete degli importanti servizi di collaudo.

sistemi di comunicazione dedicati al traffico aereo

Leonado ci ha ospitati nel suo stand per una panoramica sulle principali iniziative che interessano diversi settori della Difesa. In primo luogo ci hanno mostrato il frutto degli investimenti fatti sui sistemi SDR (software defined radio) per la realizzazione di tecnologie di telecomunicazione particolarmente agili ed innovative. Abbiamo anche visionato un sistema di puntamento dinamico che, montato sulle nostre navi, consentirebbe di difendere gli equipaggi e le attrezzature da pericolose minacce.

Stand Leonardo

La Iveco Defence Vehicles ha esposto al salone prototipi e veicoli che sta realizzando e vendendo in molti paesi. L’esperienza sui mezzi pesanti civili ha consentito a questa azienda di proporsi a livello globale con la forza di una storia lunga e importante. Sono certo che gli spagnoli, avendo ospitato già da molti anni linee di produzione di diversi veicoli, saprà apprezzare anche il livello tecnologico raggiunto in questo particolare ambito.

Le nostre aziende hanno bisogno di essere valorizzate e protette e, anche gli altri paesi spesso sanno farlo meglio, dobbiamo costruire azioni coordinate per rafforzare il concetto di made in italy nel mondo.

Oggi stiamo stimolando chi ha il coraggio di competere a livello internazionale nell’interesse del Sistema Paese.



FONTE : Angelo Tofalo | Movimento 5 Stelle