Ecco i pericolosissimi “rifiuti inerti”

Ecco i pericolosissimi “rifiuti inerti” rinvenuti dalla polizia municipale di Mariglianella nel terreno di cui il padre di Di Maio è comproprietario insieme alla sorella.

A quello che si vede nella foto vanno aggiunti dei secchi, dei bidoni, una carriola e un telo di plastica.

“Sono assolutamente tranquillo” ha detto Luigi Di Maio, parlando con i giornalisti in un punto stampa a margine del Consiglio. “In questa campagna di mio padre sono stati posti sotto sequestro secchi, bidoni, una carriola, calcinacci, teli e ora saranno fatti accertamenti sugli edifici. Sono terreni di mio padre e mia zia, tutto quello che c’è da fare lo faranno” ha aggiunto il vicepremier, che ha raccolto anche la solidarietà del presidente del Consiglio. “Apprezzo molto il suo atteggiamento – ha detto Giuseppe Conte – Trovo lodevole il fatto di essersi messo a disposizione e collaborare con la stampa d’inchiesta per fornire tutti i chiarimenti necessari”.