è il Presidente della Repubblica a decidere quando votare. Lui solo ha questa responsabilità.

di Nicola Morra:

“I Presidenti di Camera e Senato convocano le Camere. Nessun altro. La programmazione dei lavori dell’aula si stabilisce all’interno di una riunione chiamata conferenza dei capigruppo e in nessun altro luogo. Il Presidente della Repubblica è il solo che può sciogliere le Camere e convocare le elezioni anticipate, nessun altro. Durante le crisi di governo la Costituzione attribuisce infatti poteri estremamente chiari al Presidente della Repubblica.
Questa è la nostra Repubblica, la nostra Costituzione, il nostro vivere democratico!”.

Così ieri ha scritto Roberto Fico, Presidente della Camera.

Debbo ringraziare Roberto Fico per aver ricordato la semplice grammatica costituzionale.

È lecito chiedere di tornare alle urne, ed a nessuno può essere negato tale diritto. Ma è altrettanto lecito che non sia l’arbitrio di un qualunque singolo segretario di partito, cinicamente suggestionato magari dai sondaggi del momento, a decidere quando votare.
Ed è costituzionalmente saggio che sia il Presidente della Repubblica ad avere, lui solo, questa responsabilità.

Se si aspira a governare il Paese, magari conoscere la Costituzione sarebbe cosa buona e giusta…