Discariche Abruzzo: Micillo “La bonifica è una priorità del Governo”. Best practice a Lama dei Peligni

Di Salvatore Micillo:

Sopralluogo del sottosegretario all’Ambiente Salvatore Micillo e del commissario straordinario per la Bonifica delle discariche abusive Giuseppe Vadalà al sito di Colle Cieco di Lama dei Peligni, tra le 12 discariche abruzzesi bonificate, fuoriuscite dalla procedura di infrazione da parte della Comunità Europea.

La visita nella discarica di Lama dei Peligni ha riguardato una delle aree che sono state bonificate e messe in sicurezza negli ultimi 20 mesi e che sono fuoriuscite dalla procedura di infrazione da parte della Comunità Europea che rappresenta una best practice a livello nazionale per i tempi e le modalità espletati.

Al termine del sopralluogo si è svolto un incontro in municipio al quale hanno partecipato la deputata e la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Daniela Torto e Barbara Stella, l’assessore regionale all’ambiente Nicola Campitelli, il prefetto di Chieti Giacomo Barbato, il direttore generale dell’Arta, l’Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente, Francesco Chiavaroli e il sindaco di Lama dei Peligni Andrea Di Fabrizio.

Quella di Lama dei Peligni è una delle 12 discariche abruzzesi bonificate ed ora ne manca soltanto una all’appello e si trova in territorio di Vasto.

Il sottosegretario Micillo, il quale ha ribadito che per il Governo è una priorità la bonifica di tutti i siti contaminati, tra i quali c’è la discarica dei veleni di Bussi sul Tirino, in Val Pescara, ha spiegato che “L’iniziativa, congiunta tra il Ministero dell’Ambiente e la Struttura di Missione del Commissario Straordinario, è stata finalizzata alla realizzazione degli interventi necessari all’adeguamento alla normativa vigente delle discariche abusive, ha lo scopo di raccontare l’impegno dello Stato nel ripristino delle aree contaminate. Con 34 discariche già bonificate, delle 80 complessive in carico, la Struttura di missione ha portato un risparmio di penalità all’Italia di 13.600.000 euro all’anno. La visita, che parte dal sopralluogo sul sito di discarica e si conclude con una conferenza stampa e premiazione della comunità locale, vuole anche informare la comunità locale degli sforzi fatti, premiando simbolicamente cittadini e istituzioni”.

Leggi anche su ChietiToday



FONTE : Salvatore Micillo