DECRETOFISCALE: TUTELIAMO I CITTADINI E COLPIAMO I GRANDI EVASORI

Finora i grandi evasori, che frodano il fisco portando i capitali all’estero, magari in qualche paradiso fiscale, hanno potuto farla franca grazie a leggi che hanno offerto loro scappatoie.

La legislazione sull’evasione fiscale è tale che, anche chi viene sanzionato, poi riesce a farla franca poiché le pene sono troppo basse e, tra attenuanti e prescrizione, quasi nessuno finisce realmente in carcere: ma stiamo parlando di soldi nostri che potrebbero essere spesi per scuole, ospedali, strade, aumentare gli stipendi alle forze dell’ordine, agli infermieri o agli insegnanti.

Il Movimento 5 Stelle si è battuto e si sta battendo per cambiare lo status quo e porre un rimedio a tale situazione, per questo siamo intervenuti nel Decreto Fiscale per rivedere sia le pene, sia le soglie di punibilità: nel caso della dichiarazione fraudolenta, portiamo il massimo della pena da sei a otto anni e abbassiamo la soglia per andare in carcere per chi evade il fisco per cifre a partire da 100mila euro.

Inoltre, introduciamo la norma della confisca “per sproporzione”, attualmente possibile solo per i mafiosi: quando un contribuente non sarà in grado di dimostrare che il suo patrimonio è giustificato dai suoi redditi, i beni potranno essere sequestrati anche se il reato è prescritto.

D’ora in poi si inizia a far pagare chi non lo ha mai fatto: il nostro obiettivo è punire chi ha truffato lo Stato per far sì che gli onesti paghino meno tasse.

L’articolo DECRETOFISCALE: TUTELIAMO I CITTADINI E COLPIAMO I GRANDI EVASORI sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini