CyberSecurity e politica di difesa comune: il contributo della Difesa

Di Angelo Tofalo | Movimento 5 Stelle:

Questa mattina sono intervenuto al Forum PA 2019 sul tema “CyberSecurity e politica di difesa comune: il contributo della Difesa”, facendo il punto di situazione sui lavori che la Difesa sta portando avanti e rivolgendo uno sguardo al futuro in materia Cyber.

Il filo conduttore del tavolo al quale hanno partecipato rappresentanti della PA, dei Dicasteri, del mondo accademico e delle aziende è stato il rafforzamento della struttura dedicata alla sicurezza nazionale che deve necessariamente essere più integrata e inclusiva di tutti gli assetti del Paese.

È già stato avviato un importante lavoro di coordinamento tra i Ministeri che oggi dialogano più facilmente rispetto al passato. Possiamo e dobbiamo fare ancora tanto e con l’impegno di tutti, superare le ultime criticità che rallentano il sistema.

La Difesa è in campo e sta facendo la sua parte. Da un lato il gruppo di progetto C5ISR lavora alla ristrutturazione dell’architettura cyber della Difesa, dall’altro il Dicastero grazie a professionisti specializzati è impegnato nella difesa del quinto dominio e quindi della sicurezza nazionale, affermandosi importante strumento per il governo.

Quello che più mi preoccupa oggi è l’analfabetismo digitale che rispetto ad altri paesi ci vede in fondo alle classifiche. È una sfida che dobbiamo vincere investendo soprattutto sulla formazione e sulla cultura per non restare indietro. È necessario inoltre e strategico sostenere le nostre aziende, vero tessuto economico del Paese, anche grazie alla defiscalizzazione dei costi per la sicurezza cibernetica.



FONTE : Angelo Tofalo | Movimento 5 Stelle