Cyber Security: possibili sinergie tra Governo, Industria e Università

Di Angelo Tofalo | Movimento 5 Stelle:

La mia giornata si conclude con la partecipazione all’evento: “Cyber Security: possibili sinergie tra Governo, Industria e Università”, organizzato da Canova Digitale.

Sono intervenuto insieme a Tommaso Profeta, Chief Security Officer di Leonardo S.p.A., Emanuele Spoto Chief Executive Officer di TELSY S.p.A., e Maurizio Mensi Professore di Diritto dell’informazione e della comunicazione alla LUISS, con la moderazione di Marco Tulliani, Chief Security Information Officer di BNL S.p.A.

Abbiamo discusso di come la digitalizzazione delle aziende e delle amministrazioni pubbliche si sta velocemente attuando e della necessità di investimenti per il rinforzo delle infrastrutture informatiche pubbliche e private. Di come il Cyber Crime sia un fenomeno che non riguarda soltanto la vita privata dei cittadini, ma ha sempre più impatto anche sul piano economico-finanziario e geopolitico e in tal senso andrebbe combattuto con fondi e strumenti adeguati.

In particolare, con l’avvento del 5G ci troveremo di fronte ad un ecosistema di trasformazione abilitante per tante tecnologie, a partire dall’IoT fino all’Intelligenza Artificiale. Tutto sarà connesso, la velocità e la molteplicità delle interconnessioni finiranno inevitabilmente con il cambiare molte cose, con innumerevoli vantaggi e nuovi servizi in una pluralità di settori; ma con la tecnologia di quinta generazione anche le minacce cibernetiche sono destinate a crescere in maniera esponenziale.

La partnership tra pubblico e privato per fronteggiare gli attacchi informatici e proteggere le infrastrutture critiche è la strategia indicata dal Governo.

Sotto il profilo della sicurezza delle infrastrutture critiche servono dunque visione, condivisione e forte partnership tra pubblico e privato. Di conseguenza Grandi aziende e Istituzioni pubbliche devono collaborare stabilendo sinergie all’interno di un ecosistema Governo-Industria-Università così come avviene, ad esempio, in Israele, Paese oggi all’avanguardia negli investimenti in Cyber Security, dove il distretto tecnologico di Silicon Wadi ospita Università, Centri di ricerca, grandi aziende, organizzazioni istituzionali e Start up.

Quella di stasera è stata una valida opportunità di dialogo tra Governo, Industriali e Università, che ha cercato di focalizzare l’attenzione sulle iniziative che potrebbero essere sviluppate per ottenere la cooperazione tra pubblico e privato.



FONTE : Angelo Tofalo | Movimento 5 Stelle