CRISI DI GOVERNANCE DEL TEATRO COCCIA. LA REGIONE PRENDE TEMPO E MINACCIA DI SOSPENDERE I FONDI. MA COSI’ IL SISTEMA CULTURA AFFONDA

Di MoVimento 5 Stelle Piemonte:

La Regione Piemonte deve ancora 325.000€ alla Fondazione Teatro Coccia di Novara per le attività del 2017. Lo ha confermato oggi in aula l’assessora alla cultura Parigi in risposta ad una mia interrogazione inerente lo stato di crisi dell’ente culturale novarese.

Nonostante le rassicurazioni della giunta, le ferite che stanno tormentando il Teatro Coccia non verranno riassorbite a breve. I dissidi interni, la sfiducia verso la direttrice Manfredda, il caso dei biglietti gonfiati, l’intervento della procura di Novara e, a quanto riferisce l’assessore, il debito di 225.000 euro dell’ente verso Piemonte Live, confermano che l’ennesima eccellenza culturale piemontese si trova sull’orlo del baratro.

La minaccia di sospendere le sovvenzioni, già ridotte negli ultimi anni, non solo non aiuta ma getta un’ulteriore ombra sul futuro del teatro. L’assessora si nasconde dietro il paravento della crisi di governance interna  ma i dissidi sono iniziati solamente un anno fa con le dimissioni della direttrice artistica. All’epoca la Regione aveva già deciso senza motivo di ridurre i fondi.

Dopo la crisi interna e la fuga degli sponsor il mancato appoggio della Regione rischia di togliere ulteriore ossigeno ad una delle più importanti risorse culturali piemontesi. Il Pavarotti di Modena può contare di un appoggio della Regione di un milione di euro l’anno, il Teatro Coccia di 150.000€.

Francesca Frediani. Consigliere M5S Piemonte.
Vicepresidente Commissione Cultura
Gianpaolo Andrissi, Consigliere M5S Piemonte
Mario Iacopino, Consigliere Comunale M5S Novara
Paola Vigotti, Consigliere Comunale M5S Novara



FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte

Potrebbe interessarti anche: