Concorso per OSS. Galante: Garantire parità di trattamento ai partecipanti

Di MOVIMENTO 5 STELLE Puglia:

“È necessario rivedere quanto “chiarito” dalla Commissione esaminatrice del Concorso unico regionale per Operatore Socio Sanitario, in modo da garantire la parità di trattamento dei partecipanti e scongiurare di conseguenza il rischio di possibili azioni giurisdizionali”. Lo dichiara il consigliere del Movimento 5 Stelle Marco Galante, che ha depositato un’interrogazione urgente diretta all’assessore alla Sanità Michele Emiliano sulla decisione comunicata dalla Commissione di Gara di non considerare i periodi prestati presso Cooperative o Enti in appalto con le ASL ai fini dell’attribuzione del punteggio per titoli di servizio.

La decisione appresa tramite un comunicato dichiara Galante rischierebbe di costituire una illegittima modifica del bando poichè questo espressamente già riconosce ai fini dell’attribuzione del punteggio il servizio prestato come Operatore Socio Sanitario presso le case di cura convenzionate/accreditate. È quindi evidente che il servizio prestato alle dipendenze di cooperative affidatarie di appalti delle ASL sia assimilabile a quello svolto come dipendente delle strutture accreditate. Una scelta, quella della Commissione, che  comporterebbe una disparità di trattamento tra i partecipanti che hanno esperienza pregressa come Operatori Socio Sanitari”.

Nell’interrogazione si chiede a Emiliano se ritenga legittimo l’operato della Commissione di Gara e se non ritenga utile emanare delle linee di indirizzo generali per uniformare i comportamenti delle varie ASL e garantire che anche nei prossimi concorsi sia riconosciuto il lavoro svolto presso Cooperative o Enti che gestiscono in appalto o in accreditamento le Strutture di riabilitazione psichiatrica o Servizi per nome e per conto delle ASL pugliesi.     



FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia