COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI. NON ABBIAMO PIÙ TEMPO

Di Sabrina Liberatoscioli:

Come già detto altrove occorre dire basta! Questi due ultimi mesi bisogna solo bastonare come si deve tutti i traditori e servi italiani e ascari della legione d’onore senza pietà. Chi correrrà in loro soccorso è un loro sodale 😉. Non devono prendere neanche un voto tra il pedomassomafioso e il pd come pure la lega suo affiliato che ha fatto pure l’accordo con i Verdini nel pieno stile dei clan massonici. Praticamente il fidanzamento con la Verdini è un segnale ai fratelli.

Due mesi per salvare l’Italia. Penso che qui il M5S debba gocarsi il tutto per tutto senza nessuna paura di far troppo male e disturbare “che sennò casca il governo”.

Siamo al punto finale. E bisogna solo dar giù e far uscire allo scoperto tutti questi sorci e venduti traditori. Intanto, facciamo piazza pulita in Italia e riduciamo all’1 % la pattuglia dei loro eroinomani al Parlamento europeo. L’Italia ha diritto a 76 europarlamentari e di costoro manco 10 ne devono arrivare su.

Purtroppo molte persone credono che la Lega sia sovranista e purtroppo capiranno, come con Renzi, quel che è Salvini, solo dopo maggio.
Un liberista liberale non potrà mai essere sovranista. È impossibile geneticamente.

È chiaro che questa manfrina del rimborso ai truffati delle banche tra Tria, Mattarella e Bruxelles è fatta solo per affossare il M5S e, dunque, il governo Conte. Rectius saccheggio dell’Italia, vedi l’operazione #CDP (Cassa Depositi e Prestiti di cui al precedente post), su cui già Renzi aveva iniziato a metter le mani su mandato di Juncker, ndr …

Avete notato che di Salvini non si sente molto riguardo a tale faccenda dei truffati banche e viene solo affiancato alle dichiarazioni di Di Maio? Osservate bene il padano, dove non c’e esaltazione mediatica lì c’è la questione da azzannare e sulla quale portarlo nell’arena per metterlo a nudo.

Qui sulla questione truffati delle banche, tocca solo andare a muso duro a costo di mandare via Tria (magari ..) e pure Mattarella, poi procedere come dei caterpillar anche sulla questione dei precari della Scuola che la Lega sta allevando alla rabbia, con il suo ministro e la triangolazione dei sindacati, tra Cgil, Cisl e Uil, utilizzandoli per buttare merda sul M5S, affinché i precari non votino più per il MoVimento e tornino al Pd o partiti dello zero virgola o si astengano, per disperdere la forza politica di lotta dei giovani precari della Scuola (perché nella Scuola cmq non c’è pascolo per la Lega e allora tanto vale distruggere questo patrimonio politico faticosamente costruito negli anni dal M5s).

È chiaro il giochetto della Lega .. Fare nella Scuola un deserto di rabbia contro il M5s ..

Stranamente nessuno di questi sindacati attacca frontalmente il Ministro e Salvini, ma sempre il M5s e Di Maio … Eppure ha tutto in mano la Lega: Ministro MIUR, Presidente Commissione Istruzione al Senato e pure il Ministero della PA con la Buongiorno .. e Valditara come direttore generale al Miur, quello che comanda davvero, l’ideatore ed estensore della riforma Gelmini.

Ma gli insegnanti, ovviamente, vanno dietro i capi branco sindacalisti che aizzano rabbia ogni giorno contro il M5S..

Vi ho dato uno spaccato di un settore dove questa strategia elettorale sta funzionando alla grande .. 😥

Come fare? Applicare senza pietà la Legge Anticorruzione #spazzacorrotti alle loro Fondazioni ed Associazioni “culturali” dove hanno fatto confluire tutti i finanziamenti illeciti ai loro partiti.

Stanno preparando l’azione di Draghi, se alle europee gli italiani non si svegliano sarà una carneficina peggio della Grecia.

Ripeto, tocca bastonare come se non ci fosse un domani.