Cina e India stanno rendendo la terra più verde

Di Il Blog di Beppe Grillo:

La Terra sta affrontando una crisi climatica, ma allo stesso tempo sta diventando più verde. Grazie alla Cina e all’India. E’ quello che emerge da uno studio della NASA, basato su immagini satellitari, e pubblicato sulla rivista Nature Sustainability. Il report ha rivelato che i due paesi con le popolazioni più grandi del mondo sono anche responsabili del più grande rimboschimento.

Il verde del pianeta è aumentato del 5%, ovvero oltre due milioni di miglia quadrate. Questa è un’area equivalente alla somma totale delle foreste pluviali amazzoniche, dice la NASA. Ma i ricercatori hanno sottolineato che la nuova vegetazione non neutralizza la deforestazione e i suoi impatti negativi sugli ecosistemi altrove.

Un terzo dell’aumento del verde è attribuibile alla Cina e all’India, a causa dell’attuazione di importanti progetti di rimboschimento insieme a un grande aumento dell’agricoltura.

La Cina e l’India rappresentano un terzo dell’inverdimento, ma contengono solo il 9% della superficie terrestre del pianeta coperta di vegetazione, una scoperta sorprendente, considerando il  degrado del suolo nei paesi popolosi da sfruttamento eccessivo”, Chi Chen, l’autore principale dello studio e ricercatore  presso il Dipartimento di Terra e Ambiente dell’Università di Boston.

Tra il 2000 e il 2017, un sensore della NASA noto come Spettroradiometro per immagini a risoluzione moderata (MODIS) ha raccolto dati ad alta risoluzione della superficie terrestre.
Utilizzando i dati MODIS, i ricercatori hanno scoperto che la Cina è la fonte di un quarto dell’aumento dell’area delle foglie verdi, nonostante possegga solo il 6,6% dell’area vegetata del mondo. Le foreste rappresentano il 42% di tale aumento, mentre le terre coltivate rappresentano un ulteriore 32%.

I dati in aumento in Cina nell’area forestale sono il risultato dei programmi di conservazione e di espansione delle foreste, ha affermato la NASA, istituiti per combattere gli impatti dei cambiamenti climatici, dell’inquinamento atmosferico e dell’erosione del suolo.

L’India ha contribuito a un ulteriore aumento del 6,8%, con l’82% proveniente dalle terre coltivate e il 4,4% dalle foreste.

Entrambi i paesi hanno progettato un aumento significativo della produzione alimentare, grazie a “pratiche multiple di coltivazione”, che vedono rimpiantare i campi e raccogliere le colture più volte all’anno. “La produzione di cereali, ortaggi, frutta e altro è aumentata di circa il 35-40% dal 2000 per nutrire le loro popolazioni numerose”, ha annunciato la NASA.



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo