Casarano (Le), bloccati i lavori per l’ampliamento del “Ferrari”. Casili: Presidio danneggiato dalla gestione Emiliano

Di MOVIMENTO 5 STELLE Puglia:

“La pessima gestione della sanità regionale, a firma di Michele Emiliano, continua a colpire i presidi sanitari della provincia di Lecce, ormai drammaticamente depotenziati. Ultimo in ordine di tempo l’ospedale di Casarano. A pagarne le conseguenze sono cittadini, ai quali non è più garantita un’assistenza sanitaria adeguata”. Così il consigliere del M5S Cristian Casili dopo la decisione dell’Asl di Lecce di bloccare i lavori per l’ampliamento del “Ferrari”, commissionati dalla stessa azienda sanitaria e finanziati per 14,2 milioni di euro.

La causa del fermo  che dura ormai da oltre un mese – continua Casili –  sarebbe l’eccessiva rumorosità dei lavori, un fatto da accertare sicuramente con la massima attenzione. Ma l’aspetto che ancora sorprende è il modus operandi sulla gestione di questi appalti, sui quali andava fatto a monte ogni tipo di controllo, proprio per evitare il blocco del cantiere. Inoltre, ancora non conosciamo una data per la ripresa dei lavori e questo alimenta dubbi sull’effettiva volontà dell’Asl di portare a compimento l’ampliamento. Assurdo se si pensa che solo sei mesi fa, precisamente  il 7 luglio, il cantiere veniva inaugurato in pompa magna proprio da Emiliano che sui proclami, puntualmente disattesi, dimostra sempre grande efficienza. Il “Ferrari” di Casarano è stato già ampiamente danneggiato dalla gestione Emiliano prosegue  che ancora si ostina a mantenere la delega alla sanità. Ricordiamo, per esempio, il declassamento di un ospedale che aveva le caratteristiche di primo livello. Poi c’è la questione del reparto di nefrologia, la cui chiusura è prevista per il prossimo 15 gennaio. Una decisione che provocherà grandi disagi alla comunità casaranese e al comprensorio, già penalizzato dal recente riordino ospedaliero. Insomma, la realtà del “Ferrari”, colpito recentemente anche da due incendi, è un bollettino di guerra. Il diritto alla sanità è sempre più una chimera sotto la gestione Emiliano.”



FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia