CAPORALATO IN AGRICOLTURA E CONTROLLI COI DRONI PER TUTELARE LAVORATORI E IMPRESE

Di Tiziana Ciprini:

Contrastare la pratica del Caporalato in agricoltura è una priorità da perseguire, se vogliamo restituire dignità ai lavoratori e aiutare le aziende sane a proseguire nel lavoro di qualità senza il timore della morsa della criminalità organizzata. Per questo siamo concordi con il presidente dell’ #INPS Pasquale #Tridico, sulla proposta di istituire una task force di ispettori Inps che collaborino con le forze dell’ordine e la magistratura. Ma anche con l’incremento di mezzi tecnologici come i droni, per ottenere controlli più precisi sugli appezzamenti e la relativa redditività, che deve essere coerente con il numero di lavoratori impiegati.

I rapporti di lavoro irregolari in agricoltura sono stati 93.700 nel triennio 2016-2018. Numeri che coinvolgono tutta l’Italia e che non possono passare inosservati. Dati, che come ha ricordato il presidente dell’Inail Massimo De Felice, sono fondamentali per fare i controlli e andrebbero anche messi in comune. Per questi motivi, siamo convinti che serva un approccio che coinvolga tutti i settori coinvolti, e un forte contrasto alla criminalità organizzata che molto spesso si nasconde dietro al Caporalato. Continueremo a lavorare per fare in modo che la parola dignità torni a essere protagonista, a tutela dei diritti dei lavoratori e degli imprenditori onesti.

L’articolo CAPORALATO IN AGRICOLTURA E CONTROLLI COI DRONI PER TUTELARE LAVORATORI E IMPRESE sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



FONTE : Tiziana Ciprini