Avviato al MiSE il confronto su “Vehicle To Grid”

Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

Mercoledì, 08 Maggio 2019

Crippa: “Grande interesse per questa misura da parte delle associazioni di categoria e delle case automobilistiche”

Immagine decorativa

Si è svolto oggi al MiSE l’incontro con le associazioni di categoria e le case automobilistiche per raccogliere osservazioni su “Vehicle to Grid”, un decreto ministeriale di prossima emanazione che stabilirà criteri e modalità per favorire la diffusione della tecnologia di integrazione tra i veicoli elettrici e la rete elettrica.

Sono molto contento – ha dichiarato il Sottosegretario Crippa – del favorevole riscontro dimostrato dai presenti. Ho colto con grande soddisfazione i ringraziamenti da parte di tutti per l’attenzione che Governo e MiSE stanno dedicando, in particolare, al tema delle energie rinnovabili e della mobilità sostenibile. Il decreto “V2G” non prevede alcun aggravio di costo e coadiuverà il sistema e la rete nella gestione dell’apporto di energie rinnovabili.”

Nel corso dell’incontro si è discusso delle regole, definite “ad hoc”, che semplificano e favoriscono l’accesso ai mercati di dispacciamento delle autovetture elettriche e, nel contempo, rendono tale accesso più vantaggioso economicamente.

Ambiente, Trasporti e Sviluppo sostenibile sono tre pilastri del nostro programma e le misure messe in campo fino ad oggi dal Governo, come ad esempio l’Ecobonus, cominciano a dare i risultati previsti. Ad aprile le immatricolazioni di auto elettriche sono cresciute del 356% in più rispetto all’anno precedente. Le batterie – prosegue il Sottosegretario – rappresentano una delle opzioni più importanti per l’accumulo di fonti rinnovabili, ma anche per avere un sistema più flessibile che porti dei vantaggi economici e ambientali per i cittadini. Con le batterie ad alta capacità di accumulo, i veicoli elettrici funzionano come un deposito di energia che può essere utilizzato in caso di mancanza di energia elettrica. Rilevanti sono stati i contributi sia da parte delle associazioni che delle società automobilistiche. A breve ci sarà un nuovo incontro dove ci confronteremo sulle osservazioni avanzate e sul loro eventuale recepimento”–. ha concluso il Sottosegretario Crippa.



FONTE : Notizie