Approvata la Proposta del M5S per introdurre la “moneta complementare”. Trevisi: Opportunità di rilancio per l’economia

Di MOVIMENTO 5 STELLE Puglia:

Approvata all’unanimità in IV Commissione la proposta di legge del M5S  “Promozione di un circuito di compensazione regionale multilaterale e complementare in attuazione di un modello di economia solidale nel sistema delle imprese a prima firma del consigliere Antonio Trevisi.

Il sistema della moneta complementare rappresenta uno strumento di scambio non monetario creato dal basso, che risponde alla necessità delle comunità di dotarsi di strumenti di scambio meno esposti al rischio in cui incorre la moneta ufficiale, soprattutto nei periodi di crisi economica.Si tratta di uno strumento alternativo al credito bancario, in grado di mettere in condizione le imprese di scambiarsi beni e servizi senza l’intermediazione di denaro. Grazie alla moneta complementare le imprese potranno acquistare e vendere beni e servizi attraverso un sistema di compensazione di crediti e debiti commerciali a tasso zero. Le aziende potranno iscriversi al circuito e operare attraverso l’assunzione di crediti, da parte di chi vende, e debiti, da parte di chi acquista, che potranno essere saldati rispettivamente con l’acquisto e la vendita di beni e servizi nello stesso circuito in un tempo successivo.

L’introduzione di un sistema di compensazione regionale – dichiara Trevisi – rappresenta una grande occasione per il rilancio dell’economia locale e ringrazio, gli uffici, l’Assessorato e i colleghi di Commissione che hanno compreso la portata innovativa della proposta votandola all’unanimità. Nelle regioni in cui è già realtà come Veneto e Sardegna, è stato possibile effettuare operazioni che altrimenti non avrebbero visto la luce per mancanza di liquidità. Ad esempio in Veneto nei primi due anni e mezzo hanno aderito al Venetex, il circuito della moneta complementare, circa 600 aziende e studi professionali, per un valore di scambi che ha superato i 5 milioni. Un’opportunità che finalmente potranno cogliere anche le nostre imprese”.

L’avvio della sperimentazione per la creazione del circuito dovrà essere disciplinato dalla Giunta  attraverso la preliminare individuazione, mediante procedure ad evidenza pubblica, di un partner operativo e ci si potrà  avvalere di Puglia Sviluppo SpA per coordinare e monitorare l’andamento della sperimentazione.

Entrare nel circuito della moneta complementare – continua Trevisi – permetterà alle aziende di avere vantaggi immediati. La moneta complementare può  immediatamente essere reinvestita  in altre attività dei soggetti aderenti al circuito, generando sin da subito, ricchezza senza dover attendere di convertire quel corrispettivo in denaro. Circolando solo in Puglia, la moneta complementare che potremmo chiamare “Pugliex”, permetterà poi  di potenziare la filiera locale e di aiutare le imprese pugliesi.In questo modo sarà possibile attuare il modello dell’economia solidale nel sistema produttivo ed economico locale per assicurare la collaborazione di tutti i soggetti del processo produttivo e rafforzare il legame con il territorio.”



FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia

Potrebbe interessarti anche: