Allagamenti nel nord Milano: “Se gli slogan risolvessero i problemi, oggi Milano non sarebbe allagata”

Di Massimo De Rosa:

Traffico al collasso, metropolitane a rilento e stipate all’inverosimile, scuole e luoghi di lavoro irraggiungibili per la maggior parte dei milanesi e dei pendolari.

Sono gli effetti, immediati, del primo temporale d’autunno che questa notte si è abbattuto sul capoluogo lombardo. Vigli del fuoco e polizia locale sono al lavoro dalle prime luci dell’alba per liberare scantinati e sottopassi, i quartieri Isola e Zara sono a rischio, per via del fiume Seveso a un passo dall’esondazione, e per il quale al momento viene registrata la così detta “soglia di attesa 2”.

Rispetto dei rapporti di invarianza idraulica e tutela del verde.

Se veramente volgiamo agire per risolvere il problema degli allagamenti, non è possibile prescindere dal rispetto dei rapporti di invarianza idraulica, in merito ai quali attendiamo ancora l’applicazione della legge da parte di Regione Lombardia, e norme serie per la tutela del verde pubblico. Il ragionamento parte dal presupposto che quando piove su un prato o su una superficie non impermeabile una parte dell’acqua viene assorbita mentre un’altra parte, eccedente la capacità di assorbimento del terreno, viene convogliata in modo in un corso d’acqua o in una rete urbana di acque bianche. Più un terreno è cementificato, meno sarà in grado di assorbire. Per rispetto dell’Invarianza Idraulica si intende la trasformazione di un’area, che non provochi un incremento della portata di piena del corpo idrico ricettore dei deflussi superficiali.

Il segretario regionale della Lega Paolo Grimoldi, approfitta della situazione per attaccare il governo.

Forse il segretario non sa dei 6,5 miliardi di euro che costituiscono il Piano Marshall contro il dissesto idrogeologico, stanziati dal governo, ma soprattutto ignora che in Regione Lombardia attendiamo da anni l’applicazione della legge che dovrebbe intervenire proprio in materia di invarianza idraulica. Mentre la Lega continua ad aspettare e tergiversa, strizzando l’occhio alle lobbies del cemento, il nord Milano si allaga al primo temporale. È questo che intendono per prima gli italiani? Per tutela di artigiani e piccoli imprenditori? La Lega ci risparmi il “piove, governo ladro”, loro fanno politica con gli slogan, ma purtroppo quelli non trovano soluzioni ai problemi dei cittadini e del territorio, come il cronico problema delle inondazioni ha confermato anche questa mattina.

L’articolo Allagamenti nel nord Milano: “Se gli slogan risolvessero i problemi, oggi Milano non sarebbe allagata” proviene da Massimo De Rosa.



FONTE : Massimo De Rosa