Al MiSE il secondo workshop su Smart City e Smart Mobility

Al MiSE il secondo workshop su Smart City e Smart Mobility

Martedì, 21 Gennaio 2020

Focus sui fabbisogni dei Comuni in materia di mobilità urbana 

Immagine decorativa

Si è svolto oggi al Ministero dello Sviluppo Economico il secondo workshop sul tema “Smart city & Smart mobility”, organizzato in collaborazione con AgID e presieduto dalla Sottosegretaria Alessandra Todde.

All’iniziativa hanno partecipato anche la Sottosegretaria Mirella Liuzzi, il Ministero dell’Istruzione, il Ministero dell’Innovazione, i rappresentanti del mondo accademico nonché un primo gruppo di undici Comuni italiani: Bari, Catania, Cagliari, Matera, Roma, L’Aquila, Prato, Genova, Modena, Milano e Torino.

L’obiettivo del workshop – che segue quello organizzato lo scorso 11 dicembre – è stato quello di coordinarsi sugli investimenti in tecnologia applicata alle Smart Cities, individuare le necessità in materia di mobilità sostenibile e definire i fabbisogni che saranno alla base di un primo bando destinato allo sviluppo di soluzioni smart, come previsto dall’accordo MiSE-AgID.

Il Governo intende avviare un piano per lo sviluppo di soluzioni innovative per la logistica e la mobilità – ha dichiarato la Sottosegretaria Todde – che coniughi tecnologia, efficienza e rispetto dell’ambiente con la qualità della vita dei cittadini e la valorizzazione dei flussi commerciali e dei visitatori nei centri urbani che hanno aderito alla sperimentazione 5G”.

A questo incontro seguiranno nuovi momenti di confronto con altri soggetti pubblici interessati al tema della mobilità smart, in modo da permettere al MiSE e ad AgID di realizzare una prima mappatura dei fabbisogni di innovazione delle città in materia di mobilità urbana.

Questo intervento si pone in continuità con lo sforzo del MiSE di promuovere la nascita ed il radicamento di tecnologie emergenti”, ha sottolineato la Sottosegretaria Mirella Liuzzi. “La costituzione di modelli per la gestione della mobilità e della logistica delle comunità intelligenti sarà un fattore di sviluppo economico su tutto il territorio nazionale. È compito del MiSE sostenerne la nascita e la diffusione, aiutando le PMI sul territorio anche attraverso la collaborazione con le amministrazioni locali“.




Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Notizie