AGRICOLTURA, L’IMAZAMOX SI POTRA’ USARE SOLO DUE ANNI CONSECUTIVI SULLO STESSO CAMPO. PREMIATO L’IMPEGNO DELL’M5S

Di MoVimento 5 Stelle Piemonte:

La nostra battaglia a favore della sostenibilità della coltivazione del riso e per limitare l’utilizzo delle sostanze chimiche in risicultura, in particolare l’imazamox, una sostanza erbicida gravemente nociva per gli organismi acquatici, usata per la coltivazione del riso reso resistente all’imazamox stesso, ha finalmente prodotto dei risultati.

Nelle norme tecniche di produzione integrata di prossima approvazione, sarà infatti introdotto il divieto di utilizzare l’imazamox per più di due anni consecutivi sulla steso campo al fine anche di limitare l’insorgenza di resistenze nel riso selvatico crodo. Lo ha confermato oggi in Aula l’assessore all’ambiente Valmaggia a seguito della mia interrogazione sul tema. Avremmo voluto di più ma è fondamentale che si sia finalmente introdotto un limite all’utilizzo di una sostanza persistente, tossica e bioccaumulabile che ha dal 2015 ha superato i limiti di Qualità Ambientale Standard in diversi punti di prelievo.

Crediamo sia fondamentale promuovere la conoscenza su tecniche agronomiche ormai riconosciute anche a livello universitario che consentano la coltivazione del riso senza l’utilizzo di sostanze chimiche fortemente impattanti.

Gianpaolo Andrissi, Consigliere Regionale M5S Piemonte.



FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte