ABB: verso la reindustrializzazione del sito di Vittuone

Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

Mercoledì, 10 Luglio 2019

Sorial: “Il MiSE e il Ministero del Lavoro sono pronti a supportare questo percorso”

Al Ministero dello Sviluppo economico si è svolto oggi il tavolo sulla società ABB, che aveva annunciato lo scorso gennaio la chiusura di alcuni reparti di produzione nello stabilimento di Vittuone coinvolgendo 108 lavoratori.

All’incontro, presieduto dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial, hanno preso parte i rappresentanti dell’azienda, dei sindacati e della Regione Lombardia.

L’azienda ha comunicato che, a seguito delle interlocuzioni avvenute in questi mesi sia in sede ministeriale che in sede locale, è stato individuato un possibile percorso condiviso con i sindacati per raggiungere, a fronte del ritiro della procedura di licenziamento, un accordo che possa garantire sia la reindustrializzazione dell’area dello stabilimento dismessa sia la salvaguardia dei lavoratori.

È stata pertanto manifestata dall’azienda l’intenzione di richiedere al Ministero del Lavoro di attivare lo strumento della cassa integrazione per cessazione, reintrodotto dal Governo con il Decreto Genova, al fine di garantire la continuità produttiva del sito.

Per favorire questo percorso è stata già incaricata una società specializzata per individuare possibili nuovi investitori.

Nell’ambito dell’attivazione della cassa integrazione potranno, quindi, essere attivati quegli strumenti di politiche attive del lavoro che hanno l’obiettivo accompagnare i lavoratori nel percorso di reindustrializzazione. A tal riguardo, l’azienda si è anche detta disponibile a valutare un percorso di ricollocazione per i lavoratori all’interno di altri stabilimenti di ABB o in aziende presenti sul territorio.

Siamo soddisfatti del lavoro che si sta svolgendo tra le parti, al fine di trovare una soluzione che, attraverso la reindustrializzazione della parte interessata del sito di Vittuone, possa garantire la continuità produttiva e la salvaguardia dei posti di lavoro. Il MiSE e il Ministero del Lavoro sono pronti a supportare questo percorso”. – ha dichiarato il Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial.




FONTE : Notizie