2,5 MILIARDI AI COMUNI: PARTE IL PIÙ GRANDE PIANO DI INVESTIMENTI DIRETTI

2,5 miliardi con cui si apriranno almeno 8mila cantieri in tutta Italia: finalmente parte il più grande piano di investimenti diretti per lo sviluppo sostenibile del Paese.

Già con la Manovra 2018 e con il #DecretoCrescita abbiamo erogato 900 milioni di euro ai Comuni per realizzare opere di riqualificazione del territorio e di sviluppo sostenibile, e i dati diffusi dall’Anci e dall’Ance confermano gli effetti positivi delle misure: ben il 98% dei Comuni ha utilizzato queste risorse e la spesa effettiva per gli investimenti, nel 2019 è aumentata per la prima volta del 16%. Per questo nella Manovra abbiamo riproposto e reso strutturale la “norma Fraccaro” stanziando 500 milioni di euro nei prossimi 5 anni per tutti i Comuni.

Si potranno finanziare progetti per dotare gli immobili pubblici di impianti per il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili, mettere in sicurezza strade, scuole ed edifici pubblici, rimuovere le barriere architettoniche e realizzare progetti di mobilità sostenibile. Tutti i Comuni riceveranno risorse che andranno da un minimo di 50mila euro, per i Comuni fino a 5mila abitanti, a un massimo di 250mila euro per quelli oltre i 250mila abitanti: all’#Umbria arriveranno quasi 6 milioni di euro per il finanziamento delle opere pubbliche.

La scelta di rendere strutturali i 500 milioni di euro l’anno servirà a dare certezza alle amministrazioni, che potranno programmare gli interventi, dando così nuovo impulso agli investimenti e favorendo occupazione, infrastrutture utili e tutela ambientale.

È questa la novità che il #M5S ha portato al Governo: diamo ai cittadini, ai territori e alle amministrazioni locali risposte concrete per far partire una nuova stagione di crescita del Paese.

2,5 MILIARDI AI COMUNI: PARTE IL PIÙ GRANDE PIANO DI INVESTIMENTI DIRETTI - m5stelle.com - notizie m5s

L’articolo 2,5 MILIARDI AI COMUNI: PARTE IL PIÙ GRANDE PIANO DI INVESTIMENTI DIRETTI sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini