đź”´RAGIONIAMO SUI PAGAMENTI ELETTRONICI

Di Luca Sut – La tua Voce a 5 Stelle:

pos 1

Ieri, il Consiglio dei Ministri ha approvato la nota di aggiornamento del Def, il Documento di programmazione economica che traccia il perimetro d’azione della vicina Legge di Bilancio, le previsioni e gli obiettivi.

Dove si orienteranno, quest’anno, gli interventi governativi in fatto di economia e finanza pubblica? Un punto molto interessante tra quelli disegnati dalla Nota, è l’apertura verso forme di pagamento elettronico. La cultura italiana è molto legata all’uso del contante, sebbene la banconota cartacea nel resto d’Europa e del mondo non sia più imprescindibile, affatto.


Intraprendere anche da noi un piano di avvicinamento all’uso della moneta elettronica sarebbe invece un ottimo strumento che aiuterebbe non poco al contrasto dell’evasione fiscale. L’imput che giunge da queste considerazioni è stato colto dal governo che, nel Nadef, ha aperto la strada alla digitalizzazione dei pagamenti. Dovremo lavorarci sù, certamente, per ridurre il costo delle commissioni e introdurre un meccanismo incentivante per il consumatore. Ad esempio, pensando a uno “sconto” sull’Iva per chi vi ricorre. Una leva fiscale, quindi, che aiuti gli italiani a uscire dalla consuetudine del contante e a digitalizzare sempre il loro stile di vita.
Anche alla cassa.



FONTE : Luca Sut – La tua Voce a 5 Stelle